PREMESSA

L'abbondanza dell'acqua è sempre stata considerata nella nostra Isola ed in particolare nelle campagne del nostro paese particolarmente soggette durante l'estate a lunghi periodi di siccità, una grande ricchezza.
Per questo motivo i nostri antenati costruirono il paese nelle vicinanze di una sorgente straordinariamente ricca d'acqua addossando le case le une alle altre con semplicità ed armonia quasi a simboleggiare l'unità e la solidarietà collettiva.
Rio nell'Elba (Rivus dal latino) è nato così; sul fianco di una collina ai piedi della sorgente dei "Canali" da cui ha origine la Valle dei Mulini.
I suoi abitanti, antichi lavoratori delle miniere del ferro, trovarono nel passato, all'interno delle sue mura, protezione dalle incursioni piratesche e sicurezza economica.
Erano operai delle miniere e nello stesso tempo agricoltori che sfruttarono sapientemente, con la costruzione di invasi e dei mulini, il corso delle acque.
Lo studio sulla Valle dei Mulini del Prof Pierotti docente di storia dell'Architettura dell'Università di Pisa e dei suoi collaboratori, mette in risalto la tenacia e la laboriosità della gente Riese; risveglia il nostro orgoglio ed offre ai visitatori più attenti un'occasione per entrare più intimamente a contatto con il nostro patrimonio storico e culturale.
Da questo lavoro frutto non solo di specifiche competenze ma anche di un profondo rispetto ed amore per la nostra terra, vogliamo trarre spunto per valorizzare al meglio le nostre risorse e ritornare a sperare nel futuro del nostro paese dopo la grave ferita inferta con la chiusura delle miniere.

                                                               
L'Amministrazione Comunale

Rio nell'Elba anno 1993